03
GIU 13

ALIQUOTE IMU ANNO 2013

Foto notizia
DISPOSIZIONI PER L’IMU ANNO 2013Sospensione acconto di giugno 2013 - il decreto legge 21.5.2013 n° 54 ha sospeso il versamento dell’acconto 2013 per le seguenti categorie di immobili:a)abitazione principale e relative pertinenze, esclusi i fabbricati classificati nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9;b)unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari, nonché alloggi regolarmente assegnati dagli Istituti autonomi per le case popolari (IACP) o dagli enti di edilizia residenziale pubblica, comunque denominati, aventi le stesse finalità degli IACP, istituiti in attuazione dell'articolo 93 del decreto del Presidente della Repubblica 24 luglio 1977, n. 616;c)terreni agricoli e fabbricati rurali di cui all'articolo 13, commi 4, 5 e 8, del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, e successive modificazioni.Eliminazione della quota statale- Nel 2013 non è più in vigore la norma vigente nel 2012 che riservava allo stato la metà dell’imposta calcolata con l’aliquota dello 0,76%(quindi lo 0,38%) per tutti gli immobili ad eccezione dell'abitazione principale e delle relative pertinenze, nonché dei fabbricati rurali ad uso strumentale; pertanto tutta l’IMU 2013 va pagata al comune, tranne l’unica eccezione costituita dagli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D: per questi ultimi infatti lo Stato si è riservato il gettito corrispondente all’aliquota di base dello 0,76%, mentre al comune spetta solo l’eventuale eccedenza: quest’ultima è pari, nel caso del Comune di Cellino San Marco, allo 0,14%ad eccezione degli immobili di categoria D) relativi agli impianti di energia rinnovabile per i quali il Comune, come per l’anno 2012, ha elevato l’aliquota dello 0,30%oltre l’aliquota standard.Nuovo termine di presentazione della dichiarazione IMU – Il nuovo termine per la presentazione della dichiarazione IMU è fissato al 30 giugno dell'anno successivo a quello in cui il possesso degli immobili ha avuto inizio o sono intervenute variazioni rilevanti ai fini della determinazione dell'imposta (prima era di 90 giorni dal verificarsi degli stessi eventi). Tale nuovo termine produce effetti anche sulle dichiarazioni dovute per l’anno 2012 che potranno, quindi, essere presentate entro il 30 giugno 2013 (così il Ministero dell’Economia e Finanze con la circolare n° 1/DF del 29.4.2013).ALIQUOTE E DETRAZIONI PER L'ANNO 2013a)     aliquota dello 0,9 % per tutti gli immobili (aree fabbricabili, fabbricati e terreni), ivi compresi gli immobili produttivi appartenenti al gruppo  ca    castale D, ad eccezione di quelli di energia rinnovabile per i quali l’aliquota è del 10,60;b)     aliquota dello 0,4 % per l'unità immobiliare direttamente adibita ad abitazione principale appartenente alle categorie catastali A/2, A/3, A/4, A/5, A/6 e relative pertinenze fermo restando che per pertinenze si intendono esclusivamente quelle classificate nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di un’unità pertinenziale per ciascuna delle categorie c)        detrazione dieuro 200,00 per l'unità immobiliare direttamente adibita ad abitazione principale e relative pertinenze (più l’eventuale maggiorazione di euro 50,00 per ogni figlio residente e dimorante di età non superiore a 26 anni). 

Ultimo aggiornamento il 2014-06-04 12:24:05



Allegati
File guida imu 2013. Allegato 75 Kb

Comune di Cellino San Marco

Via Napoli, 2 - Cellino San Marco (BR) - Tel. 0831.615221 - Fax. 0831.619691 - Email: info@comune.cellinosanmarco.br.it - PEC: info.comune.cellinosanmarco@pec.rupar.puglia.it  – Credits