26
LUG 13

Approvato il nuovo Regolamento sulla Tassa Rifiuti e Servizi (TARES)

Foto notizia
Il Consiglio comunale con deliberazione n. 19 ha approvato nella serata del 25 luglio il nuovo Regolamento comunale per l’applicazione e disciplina della Tares, istituita a partire dal 1 gennaio 2013 dal Governo Monti, con decreto legge 201 del 2011, convertito con modifiche dalla legge 214 del 2011 e successivamente modificato dalla legge 228 del 2012 ("Legge di Stabilità" per il 2013). A differenza della Tarsu (determinata esclusivamente in base alla dimensione degli spazi occupati), la Tares introduce per le utenze domestiche anche il criterio del numero degli occupanti.Il nuovo Regolamento è composto da 44 articoli (oltre a un  allegato sulle sostanze assimilate ai rifiuti urbani) e illustra la disciplina per l'applicazione della Tares nel Comune di Cellino San Marco, la classificazione dei rifiuti, i termini per la presentazione di eventuali dichiarazioni rilevanti ai fini dell'applicazione della Tares, la disciplina delle riduzioni tariffarie, delle agevolazioni ed esenzioni. Il Regolamento stabilisce anche che i componenti del nucleo familiare saranno calcolati direttamente in base ai dati dell’anagrafe già a disposizione dell'Amministrazione comunale. I cittadini residenti saranno tenuti a comunicare al Comune solo la presenza, nel proprio nucleo, di persone ancora non registrate, come badanti o ospiti di lungo periodo.Infine,  l’art.44 del predetto Regolamento stabilisce che:1.      Perl’anno 2013 il tributodeveessere versato in 4 rate mensili scadenti      30 agosto  -    30 settembre  -  30 ottobre  -  30 novembre 2013. 2.         Per l’anno 2013, il pagamento della maggiorazione per i servizi indivisibili è effettuato in base alla misura standard di 0,30 euro per metro quadrato ed è versata allo Stato, in deroga alle disposizioni legislative vigenti,   con le rate di pagamento del tributo di cui al comma 1;3.     Ai  sensi e per gli effetti di quanto dispone l’art. 27 del presente Regolamento,  sono soggetti a tassazione nella misura ridotta del 30%:a)i locali adibiti a civili abitazioni e pertinenze occupati da nuclei familiari nei quali risulti convivente un soggetto portatore di handicap grave il cui reddito complessivo annuo non risulti superiore ai limiti di reddito indicati nella tabella sottostante;b) i locali adibiti a civili abitazioni e pertinenze occupati da nuclei familiari nei quali risulti convivente un soggetto portatore di handicap con invalidità accertata dalle competenti autorità superiore al 66%  il cui reddito complessivo annuo non risulti superiore ai limiti di reddito indicati nella tabella sottostante;c)  i nuclei familiari con oltre cinque componenti e che risulti convivente almeno un soggetto ultrasessantacinquenne il cui reddito complessivo annuo non risulti superiore ai limiti di reddito indicati nella tabella sottostante;TABELLA LIMITI DI REDDITO-          Per n. 1 componente il nucleo familiare il limite di reddito anno 2012 è pari ad €.           5.173,00-          Per n. 2 componenti il nucleo familiare il limite di reddito anno 2012 è pari ad €.             8.579,00-          Per n. 3 componenti il nucleo familiare il limite di reddito anno 2012 è pari ad €.           11.027,00-          Per n. 4 componenti il nucleo familiare il limite di reddito anno 2012 è pari ad €.           13.169,00-          Per n. 5 componenti il nucleo familiare il limite di reddito anno 2012 è pari ad €.           15.310,00-          Per n. 6  componenti il nucleo familiare il limite di reddito anno 2012 è pari ad €.           17.352,00-          Per n. 7 o più componenti nucleo familiare il limite di reddito anno 2012 è pari ad €.    19.389,00 d)I nuclei familiari con oltre cinque o più componenti nei quali nessun soggetto convivente risulti aver percepito reddito nell’anno 2012;Per reddito annuo complessivo si intende il reddito indicato nei seguenti modelli:-       Modello 730 – Modello Unico Reddito – Modello CUD:  Reddito ComplessivoNei casi in cui non sia prevista per legge la dichiarazione dei redditi di cui sopra, verrà richiesta una dichiarazione sostitutiva di certificazione con l’indicazione del reddito percepito nel corso del 2012 con allegato il CUD ove esista oppure una dichiarazione ISEE.                Ai sensi dell’art.71 commi 1 e 2 del T.U. approvato con D.P.R. n. 445/2000, l’Amministrazione Comunale procederà ad idonei controlli sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive rese. Qualora le stesse presentino delle irregolarità o delle omissioni, non costituenti falsità, troverà applicazione il comma 3 dell’art.71 del summenzionato T.U.                Nel caso in cui vengano accertate dichiarazioni mendaci, nei confronti del dichiarante troveranno applicazione gli art. 75 e 76 del predetto T.U.4.     Per l’anno 2013 le riduzioni effettuate alle utenze domestiche e non domestiche nell’anno 2012 sono tutte confermate nella misura stabilita dalla legge,a condizione che i soggetti beneficiari producano idonea documentazione predisposta dal Servizio Tributi e reperibile sul sito web istituzionale entro il 30 settembre 2013. In mancanza della predetta documentazione sarà effettuato il conguaglio nell’anno 2014 tra quanto versato e quanto effettivamente dovuto.  N.B.  I contribuenti dovranno attendere la ricezione dell’avviso di pagamento ed effettuarlo sugli appositi modelli F24 ricevuti.Non saranno considerati i versamenti effettuati on line mediante bonifico postale o bancario né i versamenti mediante conto corrente postale intestato alla TARSU.I versamenti della TARES potranno essere eseguiti sul conto corrente N. 1011136627con intestazione  PAGAMENTO TARES in distribuzione presso gli uffici postali, oppure mediante F24 con l’indicazione dei seguenti codici:“3944” denominato TARES tributo comunale;“3955” denominato MAGGIORAZIONE  Per maggiori informazioni gli uffici sono a disposizione dalle ore 9,00 alle ore 12,30 di tutti i giorni da lunedi al venerdi. Tel. 0831-615215 – fax 0831/619691  

Ultimo aggiornamento il 2014-06-04 12:24:05



Allegati
File Regolamento TARES 2013. Allegato 409 Kb

Comune di Cellino San Marco

Via Napoli, 2 - Cellino San Marco (BR) - Tel. 0831.615221 - Fax. 0831.619691 - Email: info@comune.cellinosanmarco.br.it - PEC: info.comune.cellinosanmarco@pec.rupar.puglia.it  – Credits