20
GEN 14

BANDO DI CONCORSO PER IL SOSTEGNO ALL'ACCESSO ALLE ABITAZIONI IN LOCAZIONE ANNO DI RIFERIMENTO 2012

Foto notizia
IL SINDACO    Vista la legge 9-12-1998 n.431 che ha istituito il fondo nazionale per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione;   Visto il Decreto del Ministero dei LL.PP. del 7-6-1999, pubblicato sulla G.U. n.167 del 19-7-1999;   Vista la Deliberazione della Giunta Regionale n. 2199 del  26 Novembre 2013     RENDE NOTO E’ indetto un concorso annuale per l’assegnazione dei contributi per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione.Gli interessati all’assegnazione dei contributi possono produrre domanda presso il Comune di Cellino San Marco , entro e non oltre il 03/02/2014, pena l’esclusione, direttamente all’UFFICIO PROTOCOLLO del Comune o per RACCOMANDATA (farà fede la data del timbro di ricevimento apposto dall’Ufficio Postale).Le domande di partecipazione al presente bando di concorso debbono essere compilate su appositi moduli, in carta semplice, in distribuzione presso l’Ufficio Affari Sociali e l’Ufficio Protocollo/Relazioni con il Pubblico del Comune di Cellino San Marco.  REQUISITI PER L’AMMISSIONE AL CONCORSO:-           essere cittadino italiano o cittadino straniero in regola con il permesso di soggiorno;-           essere residente nel Comune di Cellino San Marco da almeno 1 (uno) anno;-           essere locatario nel Comune di Cellino San Marco, con contratto regolarmente registrato, di un immobile adibito a civile abitazione non rientrante in una delle seguenti categorie catastali : A1 – A8 – A9;-           essere locatario nel Comune di Cellino San Marco di un immobile avente superficie utile non superiore ai 95 mq. fatta eccezione per gli alloggi occupati da nuclei familiari numerosi (composti da almeno 5 persone);-           essere locatario nel Comune di Cellino San Marco di un alloggio utilizzato come residenza stabile del nucleo familiare del richiedente, nell’anno di riferimento del  rimborso o porzione di esso;-           essere in regola con i pagamenti dei canoni d’affitto mensili;-           non essere già assegnatario di alloggio di E.R.P;-           il locatore dell’immobile per il quale si richiede il rimborso, non deve avere vincoli di parentela e affinità entro il secondo grado o di matrimonio con il locatario; Non saranno ammesse a contributo le domande presentate da soggetti con reddito relativo all’intero nucleo familiare derivante da lavoro autonomo, o con reddito misto con una componente da lavoro autonomo, a meno che gli stessi versino in situazione di particolare debolezza sociale (n. 3 figli minorenni a carico, presenza nel nucleo familiare di ultrasessantacinquenne e/o di soggetto portatore di handicap, nucleo familiare monogenitoriale solo in presenza di figli minori);La domanda e gli allegati devono essere firmati dal titolare della richiesta del contributo  Si precisa inoltre che:1)- per i soggetti rientranti nella Fascia “A” – il reddito annuo imponibile complessivo del nucleo famigliare conseguito nell’anno 2012 non dovrà essere superiore a due pensioni minime INPS (€ 12.506,00), rispetto al quale l’incidenza del canone di locazione risulti non inferiore al 14%;2)- per i soggetti rientranti nella Fascia “B” – il reddito annuo imponibile complessivo del nucleo famigliare conseguito nell’anno 2012 non superiore all’importo di € 14.000,00 (corrispondente al reddito determinato dalla Regione Puglia per l’assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica), rispetto al quale l’incidenza del canone di locazione risulti non inferiore al 24%.Tale reddito va considerato al netto delle riduzioni previste dall’art. 21 della legge 457/78; DOCUMENTAZIONE RICHIESTA:                         1. copia del contratto di locazione regolarmente registrato e risultante l’ammontare del canone annuo per l’anno 2012;                        2. copia del modello (CUD 2013 – 730 – UNICO 2013) con riferimento redditi anno 2012;                         3. per i cittadini disabili, copia di certificazione rilasciata dalle apposite strutture pubbliche comprovante lo stato di menomazione che comporti una diminuzione permanente della capacità lavorativa pari o superiore al 66%;                         4. per i cittadini extracomunitari residenti nel Comune di Cellino San Marco la documentazione attestante la condizione giuridica di permanenza nel nostro Paese (permesso di soggiorno o altro documento provvisorio);                         5. autocertificazione attestante la composizione della famiglia;                         6. fotocopia del documento di riconoscimento in corso di validità.                         7. modulo di autocertificazione.- per chi dichiara reddito ZERO e/o per i casi in cui l’incidenza del canone annuo sul reddito sia superiore all’90%, alla domanda di contributo deve essere allegata:·          attestazione che attesti che il soggetto fruisce di assistenza dei Servizi Sociali del Comune, oppure dichiarazione relativa alla fonte accertabile del reddito che contribuisce al pagamento del canone, oppure nel caso in cui il richiedente dichiari di ricevere sostegno economico da altro soggetto, dovrà allegare: ·          indicazione delle generalità di quest’ultimo, autocertificazione del medesimo che attesti la veridicità del sostegno fornito e copia del proprio modello (CUD 2013 – 730 – UNICO 2013) L’INCOMPLETEZZA DELLA COMPILAZIONE DELLE DOMANDE DI PARTECIPAZIONE O LA MANCANZA DELLA DOCUMENTAZIONE SARÀ MOTIVO DI ESCLUSIONE. LE DICHIARAZIONI MENDACI SARANNO PUNITE AI SENSI DI LEGGE E LE RELATIVE RICHIESTE ESCLUSE DAI BENEFICI. Si informa, inoltre che l’Ufficio Affari Sociali del Comune di Cellino San Marco, così come richiesto dalla Regione Puglia, effettuerà i dovuti controlli sui richiedenti, avvalendosi delle banche dati messe a disposizione dei Comuni dall’Agenzia delle Entrate (SIATEL) nonché di quelle in possesso all’Ufficio Tributi e Anagrafe del Comune di Cellino San Marco e potrà richiedere in qualunque momento la documentazione relativa ai requisiti e alle condizioni dichiarate. L’erogazione dei contributi da effettuarsi in unica soluzione, è condizionata al trasferimento dei fondi da parte della Regione Puglia.Il comune di Cellino San Marco si riserva la facoltà di operare un abbattimento proporzionale sugli importi da erogare a tutti gli aventi diritto, nel caso in cui il finanziamento regionale risulti insufficiente a soddisfare il fabbisogno complessivo delle istanze. Al fine di evitare la presentazione di istanze incomplete con la conseguente esclusione dai benefici, l’Ufficio Affari Sociali fornirà ai cittadini tutte le informazioni necessarie per la corretta compilazione delle stesse nei giorni: LUNEDì – MERCOLEDì – VENERDì  DALLE ORE 10.30 ALLE ORE 12.00GIOVEDì  DALLE ORE 16.30 ALLE ORE 18.30  Cellino San Marco  lì 16/01/2014L'ASSESSORE AI SERVIZI SOCIALI               dott. Gabriele ELIA       IL SINDACOavv. Francesco CASCIONE

Ultimo aggiornamento il 2014-06-04 12:24:05



Allegati
File contrbuto_affitti. Allegato 100 Kb

Comune di Cellino San Marco

Via Napoli, 2 - Cellino San Marco (BR) - Tel. 0831.615221 - Fax. 0831.619691 - Email: info@comune.cellinosanmarco.br.it - PEC: info.comune.cellinosanmarco@pec.rupar.puglia.it  – Credits